Isola di Iko

L’isola di Iko si trova nel lago Kivu, un grande lago situato sul confine tra la Repubblica Democratica del Congo e il Rwanda, le cui acque a centinaia di metri di profondità sono ricche di gas. Gli abitanti dell’isola credono che il lago sia abitato da spiriti avversi, per questo lo temono, ma allo stesso tempo rappresenta per loro una preziosa fonte di sostentamento. Le famiglie sono molto povere, le scuole sono fatiscenti, la sanità è assente e i bambini si ammalano frequentemente di malaria. gli ammalati per raggiungere in tempo l’ospedale di Katana, posto sulla terraferma, hanno bisogno di un’ imbarcazione sicura e veloce, ma gli unici mezzi che possiedono sono le barche dei poveri pescatori. poter andare periodicamente a Katana è essenziale anche per mantenere un contatto con la Chiesa locale e per raggiungere un luogo di mercato. conosciuta la situazione delle famiglie di Iko e ascoltate le loro necessità, alcuni anni fa abbiamo promosso, oltre alle adozioni a distanza, un microprogetto incentrato sulla pesca. Siamo riusciti ad acquistare grazie alle generose offerte raccolte in Italia una barca a motore e delle reti per i pescatori. il microprogetto della pesca riesce ad auto-sostenersi dando buoni risultati. Non dimenticheremo mai le emozioni provate durante il viaggio in Congo nell’estate del 2008, in particolare il giorno in cui abbiamo incontrato i bambini di Iko e le loro famiglie sulle rive del lago. Sono arrivati in barca, superando le loro paure, cantando e gesticolando con le mani in segno di saluto. è stata una grande festa, un incontro speciale.